foamy
foamy

LiveCD fai-da-te: primi passi

Data primo inserimento: domenica 28 marzo 2010 alle 0:58:16

Nel precedente post abbiamo visto alcune soluzioni “pre-confezionate” di antivirus su piattaforma Linux ma se volessimo fare un nostro LiveCD con un antivirus diverso? Vediamo come fare con un esempio con un semplice programma gratuito e pochi click. I LiveCD non sempre sono basati su Linux ma esiste il modo di farne anche con Windows, in particolare ricorrendo a soluzione basata su WinPE (Windows Preinstallation Environment), una versione leggera di Windows XP/2003/Vista. Per nostra fortuna esiste un tool molto semplice per la creazione di LiveCD con WinPE e si chiama PE Builder scaricabile dall’indirizzo http://www.nu2.nu/pebuilder/. Questa piccola utility (poco più di 3 MB) insieme ad una copia di Windows XP o 2003, ci consente con pochi click di ottenere una versione live del nostro sistema operativo con cui potremo effettuare ad esempio scansioni oppure recuperare dati qualora il nostro sistema operativo Windows non ne voglia sapere di avviarsi. Nel mio test ho provato a creare un LiveCD con Windows XP Home Edition in cui era presente già il Service Pack 2 e la versione CLI (ossia che si può lanciare da riga di comando) dell’antivirus Sophos. I passi che ho fatto per la creazione sono i seguenti:

  1. Scaricato ed installato il PE Builder, ultima versione, 3.1.10a (http://www.nu2.nu/pebuilder/#download);
  2. Seguendo le indicazioni riportate nella pagina http://www.sophos.com/support/knowledgebase/article/13251.html ho scaricato la copia di emergenza del SAV32CLI (file sav32sfx.exe) e gli aggiornamenti degli ultimi 3 mesi delle definizioni virali (queste si trovano all’indirizzo http://www.sophos.com/downloads/ide/ e consiglio di prendere tutte le versioni in formato ZIP);
  3. Una volta in possesso dei file del SAV32CLI e dei file delle definizioni, ho creato una cartella nel mio disco fisso e l’ho chiamata C:\Sophos\SAV32CLI. In questa cartella ho prima estratto il contenuto del file sav32sfx.exe e poi gli aggiornamenti dai più vecchi ai più recenti, confermando la sovrascrittura se già presenti;
  4. Avviato il PE Builder ed indicato dove si trovavano i file di Windows (in questo caso ho indicato l’unità ottica dove risiede il CD di Windows XP, la cartella da includere che avevo creato nel punto precedente, indicato la destinazione dove scrivere la ISO del nostro LiveCD (figura 1). Ho fatto anche una personalizzazione nelle plugin, disattivando quelle che non mi servivano, in particolare ho lasciato unicamente due voci (figura 2). Ho infine avviato il processo di creazione e dopo pochi minuti ho ottenuto la ISO, reperibile nella cartella da me indicata c:\pebuilder3110a\pebuilder.iso;

    Figura 1: impostazioni PE Builder

    Figura 2: plugin attivate su PE Builder

  5. Infine masterizzata la ISO con un qualsiasi programma di masterizzazione, tipo Nero o ImgBurn.

Terminata la masterizzazione non ci resta che provare il nostro LiveCD: al limite possiamo testare il CD tramite un sistema di virtualizzazione tipo Sun VirtualBox oppure VMWare (figura 3). Ora che il LiveCD è caricato, possiamo impostare la tastiera in lingua italiana dato che di default viene usata quella inglese: per far questo scegliamo la voce Keyboard Layout dalla voce del menù System che troviamo quando viene premuto il bottone GO, analogo di Start sotto Windows (figura 4) e alla richiesta di scelta di layout, digitiamo it (figura 5).

Figura 3: LiveCD generato da PE Builder eseguito dentro Sun VirtualBox

Figura 4: menù System

 

Figura 5: impostazioni layout tastiera

Ora che abbiamo impostato il layout italiano, non ci resta che eseguire il prompt dei comandi andando a scegliere la voce Command Prompt (CMD) dal bottone GO. A questo punto ci spostiamo nella directory sav32sfx digitando il comando cd \sav32sfx e premiamo INVIO (figura 6).

Figura 6: prompt dei comandi

A questo punto siamo nella directory dove abbiamo copiato il SAV32CLI e non ci resta che avviare la scansione con i vari parametri ed attendere la fine della scansione; io uso solitamente eseguirlo in questo modo:

SAV32CLI c: -mbr -di -remove -nc -nb --stop-scan -f -sc -rec -all

Questo chiude la mia breve introduzione/spiegazione su come creare un nostro LiveCD da usare insieme alla CLI di Sophos ma nei prossimi post vedremo altre soluzioni LiveCD già pronte all’uso.

Ultimo aggiornamento: martedì 12 aprile 2011 alle 16:58:23

Categoria: Computer & co. | 0 commenti »
Tag: , , , , , , ,
Permalink articolo: https://blog.carlopoliti.net/2010/03/28/livecd-fai-da-te-primi-passi/

Segui i commenti tramite RSS 2.0 feed. Lascia un commento, oppure un trackback dal tuo sito.

« (precedente) | Home | (successivo) »

foamy
foamy